Tuttoscuola: Riforme Profumo

Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Riforme Profumo

I nostri dossier

Speciale Lingue Straniere

Quando si parla di imparare le lingue, italiani e inglesi sono accomunati dallo stesso pregiudizio: non siamo capaci, non siamo portati, non ci interessa. Alcuni paesi, ad esempio nell’Europa del nord, parlano fluentemente inglese già da ragazzi, mentre altri, come Italia, Francia e Spagna sembrano avere difficoltà anche da adulti. Ma da dove deriva questa […]

Riforme Profumo: Altre Notizie

TuttoscuolaNEWS

TuttoscuolaNEWS
Notizie, commenti, indiscrezioni
Ogni lunedì
nella tua casella di posta
Gratis.

Altri dalla categoria

Con il numero chiuso i giovani vanno all’estero per laurearsi

La pronuncia della Corte europea, che nei giorni scorsi ha dichiarato legittimo il numero chiuso per l’accesso ad alcune facoltà universitarie, non ha fugato dubbi e riserve che, si spera, potranno trovare una risposta definitiva da parte della Consulta chiamata presto a pronunciarsi. Paola Binetti, deputata di Scelta Civica, ha commentato così la sentenza: […]

Profumo nuovamente in sella grazie alla prorogatio del Governo

Mentre stava preparando il suo saluto di commiato dal ministero dell’istruzione, università e ricerca, Francesco Profumo forse non immaginava che la crisi in atto, con la proroga del governo Monti disposta dal Presidente della Repubblica, lo avrebbe rimesso in sella. E con lui i due sottosegretari e l’intero apparato politico-istituzionale che gli ha fatto da […]

Profumo: aule e laboratori templi pagani della cultura

Il ministro Profumo, nell’augurare al mondo della scuola e dell’università una buona Pasqua, ha arricchito il suo saluto di considerazioni sulle prospettive di riforma del sistema d’istruzione, tracciando nel contempo una specie di consuntivo del suo lavoro in un anno e mezzo di presenza al ministero di viale Trastevere a Roma. Ha evidenziato, tra […]

Libri digitali dal 2014. Chi spinge e chi frena

In Europa l’uso dei testi digitali è quasi ovunque in crescita, ma non esistono in genere vincoli formali sulle scelte dei docenti, che sono liberi di decidere se e quali testi adottare, digitali o non. A ben vedere, peraltro, nemmeno in Italia esiste tale obbligo: è vero che i docenti saranno “tenuti” a effettuate le […]

Forgot Password