Tuttoscuola: Il Cantiere della didattica

Unità di apprendimento di tedesco: inventa un supereroe con i tuoi alunni

Di Carla Sacchi

Questa Unità di apprendimento punta sulla conoscenza di un argomento in L1 da parte degli alunni certamente superiore a quella del docente: il mondo dei supereroi.
Il brainstorming iniziale prova a tracciare una mappa dei supereroi conosciuti dalla classe. La visione di due trailer su produzioni cinematografiche su Superman e Spiderman forniscono, in tedesco, informazioni che serviranno per rispondere alle domande richieste dal docente per avviare una breve conversazione. La conoscenza dell’argomento supporterà la carenza linguistica iniziale.

I termini nuovi che ritorneranno nelle attività successive dell’unità di apprendimento sono presentati attraverso esercizi di difficoltà graduata, partendo da un contesto semplice e guidato ad uno più complesso, e, successivamente ad uno autentico. Una canzone da completare rappresenta un momento più ludico.

Viene fornita una scheda per imparare i nomi necessari a descrivere il costume di un supereroe: mantello, cintura, guanti, stivali, maschera. La profonda comprensione di un testo che richiede anche attività di inferenza completerà il bagaglio necessario per l’artefatto da realizzare, ovvero la creazione e descrizione di un nuovo supereroe con testo e disegno. La richiesta può essere presentata come parte di un concorso all’interno della classe o tra classi. Si realizzerà il prodotto finale su cartelloni da esporre in classe o attraverso una presentazione video o di slide.

Unità di apprendimento di Tedesco per la classe prima

di Laura Lanfredi

Compito unitario dell’unità di apprendimento

Partendo dalla lettura di semplici descrizioni di supereroi o personaggi dei fumetti, creare un nuovo personaggio fantastico completo di disegno e testo.

Competenza dell’unità di apprendimento

Collaborare e partecipare.

Obiettivi dell’unità di apprendimento

– Descrivere persone utilizzando parole e frasi già incontrate ascoltando o leggendo. 
– Interagire in modo comprensibile con un compagno o un adulto con cui si ha familiarità, utilizzando espressioni e frasi adatte alla situazione. 
– Scrivere testi brevi e semplici per raccontare le proprie esperienze

Obiettivi formativi dell’unità di apprendimento

L’alunno:

  • descrive in forma orale e scritta il proprio supereroe usando semplici e brevi frasi;
  • risponde a semplici domande sull’argomento trattato.

Attività laboratoriali dell’unità di apprendimento

Fase 1. Il tema di questa unità è molto accattivante per degli adolescenti, i quali possiedono un bagaglio di informazioni in L1 anche superiore all’insegnante. Per questo motivo sarà per loro non solo divertente, ma anche facile approcciarsi alle attività proposte, e tante volte le barriere linguistiche verranno superate proprio grazie alle preconoscenze (come nel caso di nomi propri) o alle similitudini tra tedesco, italiano e inglese.

Materiali: fotocopia, schermo con connessione ad internet o LIM

 

Tempi: 30 min.

 

Modalità di lavoro: individuale

 

Non c’è materiale più motivante per un adolescente di un video, e quindi visto che YouTube offre, anche in questo caso, ricchi spunti, si può iniziare con due video trailer delle versioni cinematografiche dei due supereroi più amati: The amazing Spiderman e Man of steel per Superman

Questi trailer raccontano i momenti più salienti della vita di questi due personaggi con molti effetti speciali, di grande impatto sul pubblico. I due trailer sono in tedesco, ma proprio grazie alle immagini e alle preconoscenze degli alunni, la comprensione degli episodi è assicurata, anche per gli alunni con BES.

Before watching: l’insegnante può introdurre l’unità con un’attività di brainstorming sui supereroi e chiedere agli alunni quanti nomi riescono a ricordare. Qui ne citiamo solo alcuni: Spiderman, Superman, Batman, Hulk, Iron Man, Thor, Captain America, Fantastic 4, Wonder Woman, Cat Woman. Oppure può aver assegnato come compito a casa durante la lezione precedente la ricerca in internet di quanti più supereroi riescono a trovare. I ragazzi si renderanno conto che ne esistono molti a loro sconosciuti perché in voga in epoche passate.

While watching: durante la visione i ragazzi devono cercare di rispondere alle domande della fotocopia (All.1). L’insegnante può decidere di leggere e tradurre domande e risposte preventivamente o lasciare all’intuizione del singolo il loro significato. Lo stesso video può essere proposto due volte per controllo.

After watching: la correzione avviene in plenaria ed è questo il momento di puntualizzare eventuali termini nuovi, alcuni dei quali ritorneranno nelle attività successive. Si può anche chiedere agli alunni se sono stati in grado di capire qualche parola tedesca o quale è stato il loro personale modo di selezionare le informazioni (autovalutazione). L’insegnante può rivolgere agli alunni qualche domanda semplice per coinvolgerli in una breve conversazione sull’argomento: Magst du Superman? Wer ist dein Lieblingssuperheld? Wie heisst die Freundin von Superman? Wo wohnt er? Hast du den Film gesehen? Wie findest du den Film? Wie findest du Superman?

Fase 2.

Materiali: fotocopia, registratore o schermo con connessione

 

Tempi: 30 min.

 

Modalità di lavoro: individuale o a piccolo gruppo

 

Si comincia a lavorare con la lingua in modo più attivo. Il primo esercizio (All.2propone un approccio semplice a termini nuovi o già visti precedentemente, gli stessi vengono riutilizzati in un contesto semplice e guidato nel secondo esercizio e, infine, arricchiti da altri termini in un contesto decisamente più complesso, ma anche più autentico nel terzo esercizio. I primi due esercizi sono quelli di maggiore interesse linguistico poiché forniscono termini e strutture totalmente o parzialmente nuove che verranno riprese nella fase successiva e che l’alunno è tenuto a memorizzare. L’ultimo esercizio, ovvero la canzone, offre, invece, la possibilità di un momento più ludico e rilassato con uno sguardo al panorama musicale tedesco contemporaneo. La canzone è tutt’altro che semplice per alunni principianti, ma, in genere, gli adolescenti sono più attratti dal ritmo, dalla melodia e dal videoclip di una canzone che dal testo. Per questo motivo sarebbe opportuno riuscire a fornire unitamente alla musica anche il video.

Alcuni ragazzi potrebbero non riuscire a completare l’attività anche dopo il secondo/terzo ascolto, ma, proprio perché rapiti dagli altri elementi sensoriali, non lo percepiranno come una ricaduta negativa sulla materia. Ed è su questo tipo di motivazione che l’insegnante deve far leva, fornendo notizie sul gruppo musicale (anche in L1) e registrando il gradimento della classe: Magst du das Lied (Song)? Wie findest du die Musik/Melodie/Video? Inoltre l’insegnante può fornire qualche informazione sul testo, può spiegare in L1 di cosa parla piuttosto che tradurre ogni singola parola, cosa che risulterebbe troppo lunga e noiosa e finirebbe per frenare l’entusiasmo dei ragazzi. Tutti gli esercizi vengono corretti insieme alla classe. Il ruolo dell’insegnante è di facilitare la comprensione ed aiutare i ragazzi a giungere alla soluzione con piccoli aiuti quali la traduzione di parole chiave o l’accenno a preconoscenze.

Fase 3.

Materiali: fotocopia

 

Tempi: 40 min.

 

Modalità di lavoro: individuale

 

Attività 1. Dopo aver parlato di Superman e Spiderman non può mancare Batman. L’esercizio che viene fornito in fotocopia (All. 3) chiede di scrivere il nome dei pezzi che formano il suo costume: mantello, cintura, guanti, stivali, maschera. Alcuni termini sono già stati incontrati, altri sono nuovi. Questo esercizio può essere svolto in diversi modi: può essere un compito a casa in cui si chiede agli studenti di ricercare le parole sul dizionario; può diventare una gara in classe con uso di dizionario (individuale o a coppie) in cui vince chi per primo trova tutti i nomi; oppure l’insegnante può decidere di riportare in fotocopia i termini tedeschi e gli alunni devono semplicemente riscriverli nella casella giusta. Quest’ultima modalità favorisce gli alunni con BES e permette di recuperare tempo nel caso ci si sia dilungati con le attività precedenti. Come compito a casa si può chiedere agli alunni di produrre un documento simile con i costumi di un supereroe a scelta. Nulla vieta di svolgere questo esercizio in qualsiasi altro momento dell’unità proprio per la sua facilità e brevità.

Attività 2. L’insegnante fornisce una fotocopia con un breve brano di comprensione su Superman (All. 4). Prima di eseguire il vero/falso, si chiede all’alunno di inferire il significato di alcuni termini. Questa attività obbliga l’alunno a soffermarsi più a lungo sul brano e a trovare personali strategie per portare a termine il compito. È importante fornire agli alunni momenti di riflessione ed esercizi di inferenza, perché di solito sono frettolosi e affrontano gli esercizi di comprensione con superficialità, basandosi più sull’intuizione che sulla riflessione linguistica. Compito dell’insegnante è, ovviamente, quello di guidare gli alunni nel ragionamento, facendo loro notare termini o particolarità linguistiche che possono aiutarli nella ricerca. In questo modo lo stesso docente riesce a monitorare in modo più puntuale e preciso il grado di comprensione della classe, tenendone conto nella pianificazione delle attività didattiche successive. Ci sono, infatti, classi con un buon livello medio di inferenza, altre che invece necessitano di una pratica più assidua.  Al termine di questa attività,  gli studenti hanno potuto allenare tutte le quattro abilità di base e possiedono ora i principali vocaboli ed espressioni riguardanti il mondo dei supereroi, grazie ai quali sono in grado di affrontare l’ultima fase, ovvero la realizzazione del prodotto finale.

Fase 4.

Materiali: fotocopia, eventualmente cartellone, colori

 

Tempi: 1 ora

 

Modalità di lavoro: individuale o a piccolo gruppo

 

Nell’ultimo foglio di lavoro distribuito dall’insegnante (All.5) gli alunni sono guidati da alcune semplici domande nella descrizione di un supereroe inventato da loro. Si può pensare di trasferire testo e disegno su cartelloni da appendere alle pareti. Si può pensare, anche, ad un piccolo concorso nella classe o tra classi parallele con un premio per il disegno più creativo. Questa attività può essere realizzata dai singoli alunni o a coppie/piccolo gruppo. Essendo la descrizione guidata ed essendo già dato l’inizio frase, anche gli alunni con BES possono completarla in semi-autonomia. L’insegnante può fornire un aiuto prezioso se, all’inizio, si sofferma su ogni frase e chiede alla classe diversi tipi di completamento, scrivendoli correttamente alla lavagna. I ragazzi possono prendere spunto soprattutto dalle attività già eseguite. In alternativa, il prodotto finale può essere una presentazione video o di presentazione di slide realizzata in gruppo in modo da favorire l’uso delle nuove tecnologie. 

Unità di apprendimento: verifica, valutazione, monitoraggio

Verifica. L’esposizione del prodotto finale può diventare strumento di verifica orale. In alternativa o in aggiunta può essere chiesto agli alunni di creare una supereroina seguendo la stessa modalità di lavoro, come compito a casa o come verifica scritta in classe. In questo caso l’incipit di ogni frase e le domande guida potrebbero essere omesse (mantenendole solo nel caso di alunni DSA), per verificare il grado di memorizzazione e utilizzo autonomo di ciascun alunno rispetto alle strutture e termini studiati.
Valutazione. Il livello di eccellenza è raggiunto se le produzioni soddisfano totalmente i criteri di correttezza grammaticale e lessicale. Il livello di accettabilità è raggiunto se il testo presenta errori formali, che non ne impediscono comunque la comprensione.
Monitoraggio. Vengono qui indicati alcuni esempi di autovalutazione. Al termine della fase 1 l’insegnante può rivolgere qualche domanda agli alunni per favorire la riflessione personale sulle strategie che li hanno portati al compimento del compito: ad esempio a quali domande si poteva rispondere anche senza guardare il video e con il solo uso delle preconoscenze, e per quali era invece obbligatorio guardare il video; tra queste ultime a quali si poteva rispondere anche senza capire il tedesco ma con il solo uso di suoni e immagini. In questo modo gli alunni si rendono conto che la comunicazione si basa solo in minima parte sulla comprensione della lingua e che essi riescono a capire molto di più di quanto credono. L’attività 2 della fase 3 offre di per sé stimoli di riflessione a ciascun alunno perché richiede loro di fare ipotesi sulla lingua e di verificarle.
Se la classe consta di diversi alunni in difficoltà è sicuramente da preferire la modalità di lavoro a coppie o piccolo gruppo in ciascuna fase.

Ampliamenti
Un indicatore importante che l’insegnante deve sempre monitorare è il livello di interesse e motivazione della classe. L’argomento di per sé risulta stimolante, ma, qualora notasse un calo di attenzione, potrebbe inserire un video supplementare tra quelli proposti da YouTube, oppure una seconda canzone, visto che, anche in questo caso, la scelta è piuttosto vasta. Qui di seguito elenchiamo alcuni esempi:

–          “Komm schon Superheld” di Chris und Rob
–          “Superhelden” di Extrabreit
–          “Superheld” di Maybebop
–          “Superhelden” di Apollo 3

La stessa unità può essere proposta con i personaggi dei fumetti, da Tex Willer a Diabolik, da Asterix a Charlie Brown, oppure con i personaggi della Disney. Questa unità si presta inoltre a collaborazioni interdisciplinari con altre lingue straniere.

Scopri tutte le unità di apprendimento di Tuttoscuola

Forgot Password